Save the date

10^ Edizione Concorso Internazionale di Fotografia Subacquea
"Abissi - Città di Venezia" 2017
  • Inaugurazione
  • Cerimonia di Apertura
  • 7 Ottobre 2017
  • Museo di Storia Naturale
  • Premiazione
  • Cerimonia di Chiusura
  • 28 Ottobre 2017
  • Museo di Storia Naturale
Abissi - Underwater Photo Venice
Concorso Internazionale di Fotografia Subacquea "Abissi - Città di Venezia" - 2017
Ph. Davide Lopresti
Concorso Internazionale di Fotografia Subacquea "Abissi - Città di Venezia" - 2017
International Underwater Photography Contest - "Abiss - City of Venice" - 2017
Ph.Barbara Camassa
Abissi - Underwater Photo Venice
Concorso Internazionale di Fotografia Subacquea "Abissi - Città di Venezia" - 2017
Ph.Massimo Zannini
Concorso Internazionale di Fotografia Subacquea "Abissi - Città di Venezia" - 2017
International Underwater Photography Contest - "Abiss - City of Venice" - 2017
Ph.Maurizio Pasi

Il valore storico del ritrovamento è di estrema importanza culturale per la memoria del luogo.

 

Tutto ha avuto inizio con una mail in cui è riportata la ricostruzione, attraverso le testimonianze di chi ha visto uno dei due Messerschmitt cadere a terra e incendiarsi nel lontano 26 luglio del 1943, a Mongiardino.

QUINTINO SELLA: UN TUFFO NELLA STORIA

di Massimo Giacomazzo e Alessandro Tagliapietra

Costruito nei cantieri Pattison di Napoli negli anni ’20, il cacciatorpediniere è stato affondato l’11 Settembre 1943 da una motosilurante tedesca a 11 miglia al largo del porto di Venezia.Oggi i resti della nave giacciono ad una profondità di 24 metri

Tutto cominciò, o purtroppo finì, quando il vivido bagliore della duplice esplosione dei siluri squarciò la luce dorata di un pomeriggio di settembre del 1943, esattamente il giorno 11 alle 17.45. Lo scafo grigio sussultò sull’acqua e l’agonia della vecchia nave fu breve: i colpi mortali che l’avevano spezzata in due avevano falciato anche le timorose speranze del folto equipaggio di militari e civili, che tentavano di sottrarsi ad uno dei momenti più tragici e peggio conosciuti della storia del nostro paese.

di Cesare Balzi, Foto di Davide Barzazzi

Un team di subacquei, grazie all’utilizzo dei trascinatori, ha svolto l’esplorazione di entrambe le parti del relitto, distanti tra loro oltre trecentotrenta metri al largo delle coste istriane.

Prologo. «Rossarol uno e Rossarol due – mi spiegò a fine giugno Andrea Grabrovic, descrivendomi su quali relitti avremmo potuto sviluppare l’addestramento del suo successivo corso trimix normossico – sono rispettivamente la prora e la poppa», precisò. Una volta rientrato al Diving Center Shark di Medulin, dove da qualche mese conducevo corsi tecnici, mi soffermai ad osservare la bacheca all’ingresso con i disegni dei profili delle immersioni proposte dal centro. «Due immersioni distinte – pensai – ma quanto distano tra loro i relitti?» chiesi a Davor, il titolare del centro. In breve mi era balenata nella mente l’idea di un’immersione singolare e, da lì a poco, avrei avuto una risposta.

Partner di Abissi

  • Gruppo Argo
  • Sub San Marco
  • Sommozzatori Mestre
  • Y-40
  • Flex Arm
  • Isamar
  • Scubashooters
  • Bikini
  • Corderia
  • ventotene
  • tiozzo
  • acquasub
  • don questo
  • diving mediterraneo
  • mare di carta
  • easy dive
  • nikon
  • linea valentina
  • fotosub shop
  • nimar
  • M Vianello
  • ingemar
  • overscreen
  • parisi
  • scubaportal
  • yalos
  • fotoleone
  • isotta
  • morasso
  • lagunamare
  • blue marlin
  • argentario
  • bonita
  • dona
  • ars
  • salvadore
  • giosub
  • effe
  • bisol
  • divesystem
  • 12 scatti
  • sardinia
  • ischia
  • Coltrisub
  • Veve
  • Dtek
  • Macia
  • Express
  • 30141
  • Venissa

Con il Patrocinio di

  • Regione
  • Iups
  • Accademia St
  • Atena Cumana
  • Cdc

In collaborazione con

 

Translate

Italian Chinese (Traditional) Croatian English Filipino Finnish French German Greek Indonesian Japanese Malay Maltese Portuguese Russian Serbian Spanish Thai

Contatti

Associazione Culturale
Abissi - Underwater Photo Venice
Cannaregio xxx
30121 Venezia (VE) ITALIA
 
 

 

NEWSLETTER

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.